cerca

iscriviti
logo

XVI edizione I Colloqui Fiorentini

Home > I Colloqui fiorentini

Suggerimenti Tesina

Luigi Pirandello
"Ora che il treno ha fischiato..."

Suggerimenti per la stesura della tesina

C'erano, mentr'egli qua viveva questa vita "impossibile", tanti e tanti milioni d'uomini sparsi su tutta la terra, che vivevano diversamente […] c'erano le montagne solitarie nevose che levavano al cielo notturno le azzurre fronti […] c'erano gli oceani… le foreste… Si fa in un attimo, signor Cavaliere mio. Ora che il treno ha fischiato…".

Testi suggeriti

Romanzi
Il Fu Mattia Pascal
Quaderni di Serafino Gubbio operatore


Teatro
Sei personaggi in cerca d'autore
Così è se vi pare
Enrico IV



Novelle
La patente
Il treno ha fischiato
Ciaula scopre la Luna
La toccatina
Dialoghi tra il Gran me e il piccolo me
Il figlio cambiato
La giara
La carriola
Pensaci, Giacomino!
L'avemaria di Bobbio


Contenuto e metodo del lavoro
Suggeriamo di svolgere una tesina che, identificato l'argomento, sviluppi una ipotesi di interpretazione desunta dalla lettura attenta, personale e dialogata nel gruppo.
È importante che il lavoro degli studenti, coordinato dal docente, esprima le scoperte, le considerazioni, l'esperienza umana e letteraria emerse dall'incontro con l'autore.
L'intento è quello di favorire il formarsi dello studente come soggetto attivo di cultura attraverso l'incontro con Pirandello, la sua esperienza umana e letteraria (nella libertà di acquisizioni ed intuizioni che ne deriveranno), il paragone serrato con l'esperienza, criticamente assunta, dei membri del gruppo.
Al docente spetterà il compito di introdurre alla comprensione dell'autore, coordinare l'organicità e garantire il rigore delle tesine.
La lettura e l'approfondimento della critica letteraria è da intendersi come sussidiaria a tale studio.
In base a queste indicazioni di lavoro e con i criteri seguenti, la Giuria valuterà: l'attinenza al tema del convegno, la capacità di personalizzazione e di competenza critica nell'approccio ai testi, la correttezza e la maturità nell'uso della lingua italiana degli elaborati presentati.
Per gli aspetti tecnici della tesina vedi Regolamento Tesina Art. 2 sul sito www.diessefirenze.org.

Ipotesi di struttura delle tesine
- Titolo: la scelta del titolo è importante, perché coglie in estrema sintesi il cuore dell'ipotesi interpretativa sviluppata nella tesina. (Ad es. possono essere riletti i titoli delle varie edizioni dei Colloqui Fiorentini: Montale e la ricerca del varco; Giuseppe Ungaretti. "Cerco un paese innocente"; Pirandello "Personaggi in cerca d'autore"; Giovanni Pascoli e la misteriosa ansia comune; Italo Svevo "Quella mia certa assenza continua ch'è il mio destino"; Cesare Pavese "Qualcuno ci ha mai promesso qualcosa? E allora perché attendiamo?"; Italo Calvino "Cercare chi e che cosa, in mezzo all'inferno, non è inferno"; Dante "Allor si mosse…; Giacomo Leopardi. "Desiderii infiniti, visioni altere, pensieri immensi"; Alessandro Manzoni "Sentir, riprese, e meditar"; Ugo Foscolo "Tu passeggerai sovra le stelle"; Giovanni Verga "Il semplice fatto umano farà pensare sempre"; Gabriele D'Annunzio "Ah perché non è infinito come il desiderio, il potere umano?"Umberto Saba Ode la voce che viene dalle cose e dal profondo) ; Giuseppe Ungaretti, Quel nulla d'inesauribile segreto).
- Introduzione: descrive in modo più ampio il titolo e struttura l'ipotesi interpretativa in un percorso.
- Sviluppo argomentato dell'ipotesi. Si suggerisce il lavoro a partire dai testi.
- Conclusione: sintetizza il lavoro svolto, traendo le conclusioni sulla base dell'ipotesi di lavoro iniziale, posta al vaglio della lettura avvertita dei testi, del paragone con l'esperienza personale e di gruppo, della critica letteraria specifica.

Presentazione della tesina durante il Convegno
La presentazione della tesina, ad opera di un solo studente, deve concentrarsi non sulla ripetizione letterale dell'elaborato, ma esclusivamente sulla scoperta che, grazie allo studio dei testi, il gruppo ha fatto di qualcosa di significativo e importante per la propria esperienza personale e culturale, nonché sul metodo di lavoro che ha aiutato tale scoperta.
Saranno così favoriti la ripresa e l'approfondimento e dunque l'arricchimento comune attraverso il confronto e la discussione che avverrà in sede di convegno.

Bottega dell'italiano. Incontro con l'autore
I docenti iscritti hanno la possibilità di partecipare alla Bottega dell'italiano. Incontro con l'autore, ciclo di incontri finalizzato alla preparazione a i Colloqui Fiorentini. La Bottega, momento di lavoro didattico paradigmatico offerto da Diesse agli insegnanti, ha il suo inizio alla Convention di Diesse il 22 e 23 ottobre 2016 e proseguirà con gli incontri che verranno programmati.
Per maggiori informazioni vi invitiamo a seguire il sito Diesse Firenze (www.diessefirenze.org) e Diesse Nazionale (www.diesse.org).

Nota Bene
L'iscrizione al convegno implica l'autorizzazione da parte dei partecipanti all'esecuzione delle riprese video e/o fotografiche effettuate durante tutto il periodo del convegno, nonché l'utilizzazione di tale materiale per fini promozionali, giornalistici e documentari dell'evento stesso da parte di Diesse Firenze e Toscana. L'iscrizione al convegno implica altresì la cessione a titolo gratuito dei diritti di immagine in favore di Diesse Firenze e Toscana e suoi aventi causa e/o incaricati e la rinuncia ad ogni diritto e azione e quant'altro per il pagamento di corrispettivi, indennità e/o rimborsi in ragione di quanto sopra.

pulsante_contattaci

Copyright 2008 - Diesse Firenze - Via Nomellini 9 - 50142 - Firenze (FI)

Cookies e Policy | Privacy | Credits