cerca

iscriviti
logo

I Colloqui Fiorentini

Home > I Colloqui fiorentini

Presentazione

Luigi Pirandello
"Ora che il treno ha fischiato

CONOSCERE È UN'ULTIMA SIMPATIA

Ogni segreto dell'animo umano si svela, tutto ciò che determina i grandi avvenimenti, che caratterizza i grandi destini si palesa alle immaginazioni dotate di sufficiente carica di simpatia.
(Alessandro Manzoni, Lettre à Monsieur Chauvet)

Siamo una compagnia di insegnanti in cammino, segnato in questi anni dalla crescente urgenza di una idea di conoscenza più ampia di quella cui ci hanno abituato normalmente, più adeguata alle esigenze della nostra umanità e quindi della nostra professione. Il lavoro di questi anni di presenza nella scuola ci suggerisce il passo per il 2016/2017, che abbiamo identificato con questa formula: Conoscere è un'ultima simpatia.
Ci è sempre più chiaro che non è possibile crescere come persone, né insegnare senza avere di fronte agli argomenti delle nostre materie una posizione umana determinata da un rapporto positivo con le persone e le cose. Come scrive Manzoni, solo facendo questa esperienza di "simpatia", la realtà si svela nella sua evidenza ed è pertanto effettivamente conoscibile.
Autori, opere letterarie e fenomeni fisici diventano "occasioni" di incontro, di provocazione a un "di più" che altrimenti ci rimarrebbe inattingibile.
I nostri Convegni hanno costituito così un appuntamento atteso e desiderato, grazie al quale è stata possibile una nuova esperienza di scuola e di crescita.

PRESENTAZIONE

La presente iniziativa ripercorre, anno dopo anno, i maggiori autori della letteratura italiana.
Il titolo "Nihil alienum" è tratto dall'opera dell'autore latino Terenzio Heautontimoroùmenos, v. 77: "Homo sum: humani nihil a me alienum puto" (Sono un uomo: nulla di ciò che è umano mi è estraneo).

Esso vuol significare l'interesse e la passione che ci muove come insegnanti per l'uomo e la sua avventura, interesse e passione che vogliamo comunicare ai giovani senza censure, né pregiudizi, né schematismi.
Quello proposto è un percorso che prevede momenti propedeutici e di lavoro da svolgere in classe, che trovano la loro naturale e imprescindibile conclusione nei tre giorni del convegno.

Il convegno vuole offrirsi alla scuola come strumento e occasione di incremento e innovazione dell'attività didattica svolta dagli insegnanti, presentandosi, per essi, come un vero e proprio corso di aggiornamento di alto livello culturale e per gli studenti della scuola secondaria superiore come occasione di promozione e valorizzazione della loro capacità di elaborazione dei contenuti culturali studiati e delle loro capacità espressive.

Il Convegno si articola nei seguenti momenti:

1) Lezioni su un autore della letteratura italiana a opera di docenti universitari, scrittori e poeti italiani.
2) Discussione pubblica delle tesine elaborate durante l'anno scolastico dai gruppi di studenti.
3) Approfondimenti culturali a livello storico, letterario, artistico attraverso la presenza di attività a tal fine realizzate (spettacoli, visite guidate, mostre, seminari…).
4) Valorizzazione degli interessi e delle capacità espressive degli studenti a livello narrativo, saggistico, artistico con la premiazione e la divulgazione dei loro lavori.
5) Valorizzazione del lavoro svolto dai docenti con i propri studenti; aggiornamento disciplinare attraverso relazioni di docenti universitari ed esperti; assemblea di confronto didattico in sede di convegno.
6) Comunicazione degli esiti del Convegno e della pubblicazione degli atti relativi.

pulsante_contattaci

Copyright 2008 - Diesse Firenze - Via Nomellini 9 - 50142 - Firenze (FI)

Cookies e Policy | Privacy | Credits