cerca

iscriviti
logo

I Colloqui Fiorentini

Home > I Colloqui fiorentini

Vincitori

XII edizione, 2013
Giovanni Verga "Il semplice fatto umano farà pensare sempre"

SEZIONE TESINA TRIENNIO
Presidente di Giuria: Prof. Edoardo Rialti, Comitato Didattico Colloqui fiorentini

Primo Classificato
Titolo: Il desiderio, il ghigno, la pietà
Studenti: Marleyn Alfonsi; Claudia Chiricozzi; Costanza Elena Manni; Martina Manzo; Paolo Orlando della classe I classico del Liceo Classico "Mariano Buratti" di Virterbo
Docente Referente: Prof.Gianluca Zappa
VEDI FOTO

Motivazione:
Un appassionante e dettagliato percorso, capace di rendere effettiva ragione, in virtù di una maturità di lettura dove l' amore per il dettaglio è frutto di una sincera partecipazione umana, dell'impeto iniziale. Riuscire, con Verga ed i suoi personaggi, ad andare dentro ed oltre l'apparenza delle cose e delle persone, scoprendo così come il ghigno beffardo che sembrerebbe essere ultima parola sulla vita umana e le sue tensioni, non impedisce mai di vedere sbocciare, ancora e ancora, uno strano fiore tra le pietre: il desiderio di amore, di permanenza, di significato.

Secondo Classificato
Titolo: Uomo e realtà: la speranza di non lasciarsi travolgere
Studenti: Marta Borrelli; Nicola Cecchini; Francesco Durazzi; Andrea Fabbrini; Carolina Foglietti delle classi III e V classico del Liceo Classico "La Nuova Scuola" di Pesaro
Docente Referente: Prof.ssa Giuseppina Giunta
VEDI FOTO

Motivazione
Un'attenta e personale lettura delle opere verghiane, frutto di un "capovolgimento" continuo di immagini e preconcetti nei confronti dei personaggi e dei testi, e capace di far risaltare la continua presenza di "un umano per nulla degradato", anche nelle violenze e nelle sconfitte.

Terzo Classificato
Titolo: A grande richiesta: Giovanni Verga
Studenti: Zineb Enassiri della classe V A dell'IPCST "Sassetti – Peruzzi" di Firenze
Docente Referente: Prof.ssa Marisa Miranda
VEDI FOTO

Motivazione
La profonda e non comune capacità di chi scrive nel paragonare con limpida e profonda onestà la propria vita ed esperienze con le parole dello scrittore, dà origine ad un serrato e intenso dialogo, dove l'autore stesso arriva inaspettatamente a rivolgere delle domande a chi desiderava interrogarlo.

Menzione d'Onore
Titolo: Gli imprevedibili momenti dell'umano
Studenti: Annalisa Costanzo; Simone Sanguineti; Maddalena Spelta; Elena Vivaldi delle Classi III A classico e V A linguistico del Liceo classico "Giovanni Da Vigo" di Rapallo (GE)
Docente Referente: Prof.ssa Angela Carleo

Menzione d'Onore
Titolo: Squarci nel disincanto
Studenti: Gianmarco Bizzarri; Eleonora Genghini; Rocco Monti; Michele Zanotti della classe V B del Liceo classico "Dante Alighieri" di Rimini
Docente Referente: Prof. Gabriele Petruzzo

Menzione d'Onore
Titolo: Volete metterci un occhio anche voi, a cotesta lente?
Studenti: Filomena Galvani; Linda Gili; Maria Chiara Lazzarini; Alessandra Rovelli della classe IV A del Liceo classico "Dante Alighieri" di Rimini
Docente Referente Prof. Giammarco Bernabei

Menzione d'Onore
Titolo: Nel reale, la vita. La scoperta dell'umano tra l'inizio e la fine
Studenti: Alberto Bordin; Stefano Giacomuzzi; Edoardo Milan; Francesco Nardone delle classi III classico e IV scientifico del Liceo "Bertoni" di Udine
Docente Referente: Prof.ssa Lucina Vida

SEZIONE TESINA BIENNIO
Presidente di Giuria: Prof. Edoardo Rialti, Comitato Didattico Colloqui fiorentini

Primo Classificato
Titolo: Nostalgia del cielo stellato
Studenti: Emanuele Calligaris; Aaron Collavini; Manuel Monte; Davide Marchesan; Leonardo Passelli della classe II LSA del Liceo Scientifico "Arturo Malignani" di Udine
Docente Referente: Prof.ssa Antonella Dorì
VEDI FOTO

Motivazione
L' elaborato documenta un dettagliato e maturo percorso di lavoro personale: vi si racconta come la lettura attenta della cosiddetta impersonalità Verghiana porti paradossalmente ad un coinvolgimento sempre maggiore, e alla scoperta che "leggendo non potevamo non pensare a noi stessi"

Secondo Classificato
Titolo: Dall'ignoto a noi
Studenti: Arianna Dell'Elice; Maria Narciso delle classi I Scientifico e II Linguistico del Liceo "Nostra Signora" di Pescara
Docente Referente: Prof. Vincenzo Narciso
VEDI FOTO

Motivazione
Una delle più discrete ma forti sfide verghiane è quella di provare a "leggere tra le righe"; una provocazione che questo elaborato ha fatto sua, palesando in modo efficace la costante presenza dell' ignoto, del non detto, dell' indicibile mistero nelle opere dello scrittore, e tra le righe stesse della nostra vita oggi

Terzo Classificato
Titolo: Se il nostro destino deve condurci alla morte, meglio andarsene piccoli
Studenti: Giovanna Di Bartolomeo; Vincenzo Mottola della classe II H del Liceo Scientifico "Pellecchia" di Cassino (FR)
Docente Referente: Prof.ssa Anna Maria Pescosolido
VEDI FOTO

Motivazione
Forse ciò che fa più pensare è ciò che abbiamo già perso? E' questa la provocante ipotesi con la quale gli autori si sono messi a ripercorrere i momenti di distacco, le nostalgie, gli struggimenti per degli affetti lontani o perduti nei gesti e nelle scelte dei personaggi verghiani, capaci di illuminare anche le segrete nostalgie che anche i nostri gesti oggi esprimono senza parole.

Menzione d'Onore
Titolo: Ai guai ci si fa il callo e poi ci aiutan a lavorare
Studenti: Michela Beltrame; Elena Mussinano; Antonio Parcelj della classe I sezione unica del Liceo Classico "Bertoni" di Udine
Docente Referente: Prof.ssa Lucina Vida

Menzione d'Onore
Titolo: Tutti pazzi per Verga
Studenti: Chiara Bottega; Micol Boschin; Elisabetta Pelos; Elena Ruja della classe I F del Liceo Scientifico "Arturo Malignani di Udine
Docente Referente: Prof.ssa Elena Rossi

SEZIONE NARRATIVA
Presidente di Giuria: Gino Tellini, Università di Firenze

Primo Classificato
Titolo: Su maccu
Studente: Francesco Manco della classe V I del Liceo Scientifico "Carlo Miranda" di Frattamaggiore (NA)
Docente Referente: Prof.ssa Annamaria Cottuno
VEDI FOTO

Motivazione
Un'isola anche in questo caso. Non la Sicilia, ma una piccola isola, la Maddalena, e anche in questo caso il frequente ricorso ai proverbi, molti proverbi, non siciliani, ma sardi. Il racconto si segnala non per dinamica della vicenda narrativa, né per invenzione immaginativa, ma per ricostruzione ambientale, per tonalità, per dinamica psicologia e situazionale. E il quadro ricreato, sul motivo della verghiana ansia del meglio, rende bene ragione della poetica del grande scrittore siciliano.

Secondo Classificato
Titolo: Il cuore nella ciotola
Studenti: Ludovica D'Ambrosio della classe III C del Liceo Classico "Marco Tullio Cicerone" di Sala Consilina (SA)
Docente Referente: Prof.ssa Annamaria Colucci
VEDI FOTO

Motivazione
La successione delle sequenze narrative ─ tra il presente e il passato, tra la scena iniziale dell'autopsia e la memoria dell'infanzia, tra la vita attuale del protagonista e il suo tentativo di ritorno al paese ─ scandisce un ritmo narrativo efficace e originale. Efficaci anche alcuni particolari tematici (i tre saponi usati dal protagonista, e il puzzo che non se ne va). E l'intero racconto s'intona molto bene al motivo tipicamente verghiano della «disperata rassegnazione».

Terzo Classificato
Titolo: Acqua fatale in Autunno
Studenti: Dora Arzenton; Andrea Battarin della classe III BLC del Liceo Classico "A. Einstein" Piove di Sacco (PD)
Docente Referente: Prof.ssa Lorella Cotti
VEDI FOTO

Motivazione
Dei due racconti che vanno sotto il titolo complessivo Autunno, si premia come terzo il racconto che s'intitola Acqua fatale che, con taglio dialogico, descrive in modo originale, in presa immediata e diretta, senza preamboli e senza commenti, gli effetti devastanti di un'alluvione e i dolorosi riflessi nelle psicologie delle persone coinvolte.

Menzione d'Onore
Titolo: La lunga notte
Studente: Amelia Maria Rita Stoduto della classe III C del Liceo Classico "Marco Tullio Cicerone" di Sala Consilina (SA)
Docente Referente: Prof.ssa Annamaria Colucci

Menzione d'Onore
Titolo: Belle piume sporche di terra
Studente: Claudia Giancola della classe I A del Liceo Classico "Leonardo Da VInci" di Civitanova Marche (MC)
Docente Referente: Prof.ssa Silvia Riccobelli

Menzione d'Onore
Titolo: Vento, evento… e vento fu
Studente: Anastasia Berardi della classe IV A del Liceo "Malpighi" di Bologna
Docente Referente: Prof.ssa Mila Ferroni

SEZIONE ARTE
Presidente di giuria Prof.ssa Elena Pontiggia, Accademia di Brera, Milano

Primo Classificato
Titolo: "Il fatto umano"
Studenti: Alessandro Cannoni; Giorgio Costantini; Alan Dari; Yuri Fetisov; Lorenzo Galandrini della classe V A dell'IPCS "V. Bonifazi" di Civitanova Marche (MC)
Docente referente: Prof. Domenico Bartolini
VEDI FOTO

Motivazione
Il lavoro si distingue per la novità dell'idea, per lo sforzo di mostrare come la grande letteratura sia sempre attuale, e infine per la credibilità con cui è realizzato il giornale.

Secondo Classificato
Titolo: La famiglia Malavoglia
Studenti: Federica Laudi; Eleonora Marini; Sofia Screpanti della classe V A del Liceo Scientifico "Leonardo Da VInci" di Civitanova Marche (MC)
Docente referente: Prof.ssa Maria Luisa De Luca
VEDI FOTO

Motivazione
Si tratta di un tableau vivant realizzato con perizia, animato dal tentativo di riprodurre con realismo, anche nei particolari, il clima e l'atmosfera del mondo verghiano.

Terzo Classificato
Titolo: Tenaci affezioni
Studente: Annagiulia Pezzola della classe V A del Liceo Scientifico "Leonardo Da VInci" di Civitanova Marche (MC)
Docente referente: Prof.ssa Cristina Maraviglia
VEDI FOTO

Motivazione
Il dipinto armonizza egregiamente materiali pittorici ed extrapittorici, suggerendo il movimento e la vitalità del mare, in contrasto con la fissità (fisica e simbolica) dell'ostrica, evocata da Verga in Fantasticheria.

Menzione d'Onore
Titolo: Sinfonia n.1
Studente: Emanuele Campilongo della classe IV D del Liceo Scientifico "Pietro Metastasio" – Scalea (CS)
Docente referente: Prof. Pio Giovanni Sangiovanni

Menzione d'Onore
Titolo: Dove nasce e muore il sole
Studenti: Camilla Cicione; Pietro Ferraro; Gloria Filograna; Luisa Frega; Domenico Raffetta della classe V B del Liceo Scientifico "Enrico Mattei" di Castrovillari (CS)
Docente referente: Prof. Maria Clara Donato

Menzione d'Onore
Titolo: Frammenti di narrazioni popolari
Studenti: Manuela Crisante, Jennifer Di Sante, Magda Giorgione, Alessandro Pizzuto, Simone Spadafora, della classe IV S del Liceo "Nostra Signora" di Pescara
Docente referente: Prof. Vincenzo Narciso

pulsante_contattaci

Copyright 2008 - Diesse Firenze - Via Nomellini 9 - 50142 - Firenze (FI)

Cookies e Policy | Privacy | Credits