cerca

iscriviti
logo

I Colloqui Fiorentini

Home > I Colloqui fiorentini

Vincitori

VIII edizione, 2009
Dante "Allor si mosse..."

SEZIONE TESINE TRIENNIO

Presidente di Giuria: Prof. Sergio Cristaldi, Università di Catania

Il movimento come atto di fede nella Divina Commedia
di Aldo Altomare, Chiara Bechis, Stella Di Mare, Riccardo Gianni, Adriano Leonori
classe II B, Liceo Ginnasio Statale "Dante Alighieri", Roma

Motivazione: descrive la diversa configurazione del movimento delle anime, sottolineando il passaggio dal movimento circolare dei dannati a quello ascensionale degli espianti, non senza evidenziare la peculiarità della dinamica del protagonista, il quale si mette in cammino affidandosi all'andare di Virgilio.
VEDI FOTO

Il disio che tutto move
di Alexa Berto, Michela Frizzarin, Gillien Piovan, Sandra Zodiaco
classe V LSA, Istituto Superiore Statale " A. Einstein", Piove di Sacco (PD)

Motivazione: definisce il movimento dantesco come desiderio di compimento e come ritorno al punto d'origine in seguito a un'esperienza di formazione, la quale è favorita in special modo da Beatrice, figura di donna non romantica né contemporanea, ma in grado di provocare e accompagnare un cammino esistenziale.
VEDI FOTO

Quinci sù vo per non esser più cieco
di Chiara Bassani e Beatrice Santucci
classi V A e IV B, Liceo "Malpighi", Bologna

Motivazione: dà risalto allo sguardo come primo fondamentale movimento, nel duplice versante dell'esser guardati e del ricambiare guardando, e qualifica le anime a partire appunto dalla carenza o capacità di sguardo, opponendo la cecità dei dannati all'apertura dei beati e di Dante che fissano i loro occhi in Dio.
VEDI FOTO

MENZIONI D'ONORE

- L'Essere e/è la verità
di Eleonora Candeloro, Carmen Chiacchiaretta, Alessia Gentilini, Alessandro Iannascoli, Lucia Talucci
classe III liceo, Istituto "Nostra Signora", Pescara

- Itinerarium ad felicitatem
di Chiara Bidini, Alessandra Bigi, Marta Bondi, Mirko Francesconi, Giulia Graverini
classe V E, Liceo Scientifico "Francesco Redi", Arezzo

- Il desiderio, "come'l foco movesi in altura"
di Oscar Borgogno
classe IV E, Liceo Scientifico "Peano", Cuneo

SEZIONE TESINE BIENNIO

Presidente di Giuria: Prof. Sergio Cristaldi, Università di Catania

Dante. Dal timore all'ardire
di Eugenia Bellettato, Federica Calandrina, Martina Lauria, Jacopo Salemi
classe II C, Istituto Statale d'Arte "G. Sello", Udine

Motivazione: puntualizza che nella narrazione dantesca, pur tra difficoltà e contraddizioni, il protagonista procede sicuro per lo gran mar dell'essere, in forza della certezza che il proprio andare non è a caso, ma è mosso, insieme a ogni altro dinamismo rettamente ordinato, dal disegno buono di Dio.
VEDI FOTO

E' tutta questione di metodo
di Paola Brumatti, Andrea Di Lenardo, Laura Miconi, Edoardo Milan
classe IV ginnasio, Liceo "G. Bertoni", Udine

Motivazione: individua i presupposti del viaggio, indicandoli nell'ammissione del proprio male, nell'avvenimento improvviso e imprevisto, nella domanda e mendicanza della salvezza, e in questo modo enuclea il metodo della conversione suggerito dal poema dantesco attraverso la sua trama.
VEDI FOTO

"Allor si mosse…"
di Luca Barbotti, Michele Giovagnoni, Matteo Vecchiotti
classe II G, I.T.I.S. "V. Volterra", Ancona

Motivazione: mette in rilievo che i veri autori – Dante, dunque, e con lui ad esempio Manzoni –colgono sempre i valori fondamentali della vita di ogni uomo, e perciò parlano tra loro senza esser separati dal tempo, raggiungendo quindi il lettore e illuminando la sua umanità.
VEDI FOTO

MENZIONI D'ONORE

- "Tanto gentile e tanto onesta pare" - da la Vita Nova…quando il movimento è sospeso
di Piercosimo Caniglia e Mery Carluccio
classe I A e classe II A, Liceo Linguistico Europeo "Maria Immacolata", Erchie (BR)

SEZIONE NARRATIVA

Presidente di Giuria: Prof. Gino Tellini, Università di Firenze

L'albero delle margherite
di Stella Babich, Agnese Chittaro, Luca Dalle Aste, Mauro Marchesan, Anna Noè
classe III F, Liceo Scientifico "G. Oberdan", Trieste

Motivazione: il motivo della Commedia di Dante è risolto in un'originale invenzione narrativa, ovvero lo spunto dantesco ha offerto (in modo non scolastico) l'occasione per un racconto che tratta, con ammirevole e commosso distacco, temi di viva attualità.
VEDI FOTO

La meta del cuore
di Francesco Ignesti
classe II S, Liceo Scientifico "F. Redi", Arezzo

Motivazione: l'affabile linearità del disegno narrativo si accompagna a una scrittura per lo più (anche se non sempre) sorvegliata e perspicua.
VEDI FOTO

Cannella
di Ginevra Prelazzi
classe I S, Liceo Scientifico "F. Redi", Arezzo

Motivazione: l'originalità spetta soprattutto alla scrittura, apparentemente svagata e bizzarra, ma in effetti sagace e agguerrita, nonché (ed è ciò che più importa) autoironica.
VEDI FOTO

MENZIONI D'ONORE

- Il professore di Pitigliano
di Maddalena Avon e Sara Dovenna e di Giulia Perotti, Adelaide Peruzzi, Ahmed Queslati, Giulia Tuntar
classe III F e classe IV F, Liceo Scientifico "Oberdan", Trieste

- Ricordi del Divino Errante: allor mi mossi...
di Elena Bersigotti e Elisa Baggiarini
classe II A e classe IV C, Liceo Classico "T. Mamiani", Pesaro

SEZIONE ARTE

Presidente di Giuria: Prof.ssa Elena Pontiggia, Accademia di Brera, Milano

Ispirati perduti, ritrovati beati
di Sofia Brocani, Gaia Cardinali, Jennifer Chiodi, Licia Lattanzi
classe III A, Istituto Statale d'Arte "E. Mannucci", Jesi (AN)

Motivazione: l'elaborato presenta una buona capacità di padronanza della pittura digitale, con un esito originale nell'iconografia e di suggestivo impatto visivo.
VEDI FOTO

senza titolo
di Andrea Volpi, Michele Stefanelli, Alessio Santoni. Mirko Landi
classe V, I.T.I.S. "G. Marconi", Pontedera (PI)

Motivazione: gli elaborati presentano una vivace capacità narrativa e illustrativa, riuscendo a dare una testimonianza altrettanto vivace e varia dell'esperienza di letture dantesche che gli studenti hanno vissuto.
VEDI FOTO


Metamorfosi
di Oreta Papa
classe II B, Liceo Classico "Dante", Firenze

Motivazione: l'elaborato è interessante per la capacità di costruire uno spazio-colore, variamente articolato, su cui si innestano efficacemente le immagini.
VEDI FOTO

MENZIONI D'ONORE

- Amor, ch'al cor gentil (pittura)
di Maria Salvini
classe II A, Liceo Classico "Niccolini Palli", Livorno

- Uroboro (cortometraggio)
di Valentina Colosimo, Marcello Cassese, Alberto Mangiapane, Giuditta Vannucchi
classe III, Convitto Nazionale "Cicognini", Prato

- Amor, ch'al cor gentil (musica)
di Maria Salvoni e Giovanni Ferrara
classe II A, Liceo Classico "Niccolini Palli", Livorno

SEZIONE PROGETTO DIDATTICO

Presidente di Giuria: Prof. Riccardo Bruscagli, Università di Firenze

Heaven for the Climate, Hell for the Company
della Prof.ssa Marcella Cecchini
I.T.C.S. "Lorgna – Pindemonte", Verona

Motivazione: il progetto s'impone per la complessità, originalità e raffinatezza dell'impianto e dei mezzi previsti per la sua realizzazione. L'obbiettivo finale - l'allestimento di un video sulla "Divina commedia" - al di fuori di ogni velleitarismo 'mediatico', si concreta in una sceneggiatura di minuziosa professionalità, che reincarna il testo dantesco nel paesaggio urbano della città di Verona attraverso uno scambio spesso traumatico ed illuminante fra passato e presente, poesia e cronaca, rammemorazione dantesca e citazione contemporanea. Ne esce un prodotto di alta ambizione culturale, ma al tempo stesso di sicuro ed efficace impatto didattico.
VEDI FOTO

Suggestioni dantesche: il viaggio, l'amore, l'esilio – Dall'esperienza della Commedia alla polivalenza interdisciplinare
di Prof.ssa Barbara Prevedello e Prof. Leonardo Pasqualetto con gli studenti della II A, IV F, V F e V E del Liceo Scientifico "E. Majorana" e della III C del Liceo Classico "E. Corner" di Mirano (VE)

Motivazione: il progetto propone un istruttivo itinerario tematico attraverso l'opera di Dante, imperniato sul "viaggio", "l'amore", "l'esilio" e, al tempo stesso, un controcanto di tali tematiche nell'esperienza di autori moderni - Foscolo, Eliot, Pound, Montale - e antichi - Virgilio, Seneca - ; controcanto che si traduce anche in un contrappunto interdisciplinare e di generi espressivi e comunicativi diversi. La complessa polifonia della proposta appare ben governata, e suscettibile di una ricca e illuminante ricaduta didattica.
VEDI FOTO

Allor si mosse...a costo di essere irriverenti
della Prof.ssa Simona Di Biaso
Istituto Superiore "G. M. Colombini", Piacenza

Motivazione: il progetto risulta apprezzabile per il suo taglio decisamente laboratoriale, che abbraccia tre diverse modalità di lavoro sul testo dantesco: la teatralizzazione, la messa in musica, la trasposizione di scrittura. La competente organizzazione didattica della proposta e il disinvolto quanto sensato tentativo di accostare Dante alle passioni e idiosincrasie del mondo giovanile approdano ad un risultato promettente per vivacità di idee e capacità di coinvolgimento.
VEDI FOTO

MENZIONI D'ONORE

- Dante e la contemporaneità
della Prof.ssa Cecilia Pignataro
Liceo "Bianchidottula", Bari

Motivazione: il progetto merita di essere segnalato per l'audace incrocio del testo dantesco con le voci più alte del pensiero filosofico Novecentesco (da Jaspers a Sartre, da Adorno alla Harendt) e per la sicura competenza con cui tale progetto viene riversato nella forma di un ipertesto powerpoint.

pulsante_contattaci

Copyright 2008 - Diesse Firenze - Via Nomellini 9 - 50142 - Firenze (FI)

Cookies e Policy | Privacy | Credits