VINCITORI e MENZIONI

SEZIONE ARTE

 

Menzione d’onore

Studenti: Giulia Sapienza – Martina Creazzo – Chiara Moras

Classe: 3^A SU

Istituto: Liceo classico Marconi Delpino – Chiavari (GE)

Docente: Laura Cafferata

Titolo: MA PER TRATTAR DEL BEN CH’I’ VI TROVAI (il viaggio di Dante in un album musicale)

 

Menzione d’onore

Studente: Giulia Gollin

Classe: 5^E

Istituto: IIS Leonardo Da Vinci – Civitanova Marche

Docente: Maria Antonietta La Donna

Titolo: DE-SIDERIUM

 

Menzione d’onore

Studente: Noel Ferrini

Classe: 5^B

Istituto: IIS Leonardo da Vinci – Civitanova Marche (MC)

Docente: Maria Luisa De Luca

Titolo: CITTA’ DOLENTE

 

 

TERZO CLASSIFICATO

Studenti: Matteo Broglia – Elena Carletti  – Katerina Clarizio

Classe: 4^A

Istituto: IIS Bonifazi – Civitanova Marche

Docente: Patrizia Patrizi

Titolo: VIAGGIO IN ETIOPIA CON GLI OCCHI DI DANTE

Motivazione: L’occasione che dà origine al lavoro è il viaggio di studio in una città etiope dove una comunità di ciechi lavora in una fabbrica di mattoni di argilla. Le condizioni sono inimmaginabili ma tutti sembrano lieti di quel poco che hanno. È l’incontro con una realtà drammatica e sconvolgente, “l’esperienza di un altro mondo in questo mondo”, come scrivono i testimoni, che non può non richiamare analoghe immagini del viaggio dantesco. Nasce così questo poster, composto da tre grandi foto digitali dove le situazioni realmente vissute sono accostate e illuminate dai versi di Dante. Con la stessa consapevolezza del poeta  che “Transumanar significar per verba/non si porìa; però l’essemplo basti a cui esperienza grata serba  …”

 

 

SECONDO CLASSIFICATO

Studenti: Enrico Martino Cobai – Federico Van Eeden

Classe: 3^H

Istituto: Liceo Scientifico Guglielmo Oberdan  – Trieste

Docente: Paolo Banova

Titolo: BONCONTE DA MONTEFELTRO

Motivazione: È l’animazione, o meglio la messa in scena di uno dei canti più celebri della Commedia, quello di Bonconte da Montefeltro la cui anima, sul campo di battaglia di Campaldino, è contesa fra angeli e demoni. Si parte da un dipinto dell’Ottocento napoletano, quello di Gabriele Smargiassi, che raffigura la scena e con un accorto uso dell’origami, la carta piegata senza alcun taglio, si ricostruiscono i tre personaggi principali, Bonconte, un angelo e un diavolo, in una ambientazione densa di effetti pittorici, livida e drammatica com’è nel canto di Dante. Un significativo gioco di rimandi – quasi una operazione concettuale – tra un testo, una immagine e l’attualizzazione scenica di entrambi.

 

 

PRIMO CLASSIFICATO

Studenti: Aurora Spiriti – Antonio Carnevale – Luca Ferrante

Davide Petrilli – Gabriele Ruscito

Classe: 4^A

Istituto: IIS Pontecorvo – Pontecorvo (FR)

Docente: Diego Picano

Titolo: IL GIOCO DEL’…LA DIVINA COMMEDIA

Motivazione: La Commedia riletta secondo le modalità di uno dei più tradizionali giochi da tavolo, Il Gioco dell’oca. Quarantatrè caselle a partire ovviamente dal momento in cui ci si trova smarriti nella “selva oscura” per arrivare infine al “Sacro Bene”; un percorso tra disegni accurati, una appropriata scelta di citazioni e, in tema con queste, le regole del gioco che consentono di avanzare, indietreggiare o sostare a seconda della casella.  Un lavoro intelligente e ironico – in sintonia con alcune situazioni della ricerca artistica contemporanea – che dimostra, un avvicinamento  non scontato ma anzi pienamente partecipe al poema.

 

 

 

 

SEZIONE NARRATIVA

 

Menzione d’onore

Studenti: Shannon Maricchio

Classe: 5^A

Istituto: Liceo classico Dante Alighieri – Gorizia

Docente: Carmela Mazzone

Titolo:MA IO, PERCHÉ VENIRVI? O CHI ’L CONCEDE?

 

 

Menzione d’onore

Studenti: Marta Ribaldone – Chiara Sclifò Debbia

Classe: 5^B

Istituto: Liceo L. Lanfranconi – Genova

Docente: Angela Botto

Titolo: E DALLE TENEBRE RISPLENDETTE LA LUCE

 

 

Menzione d’onore

Studente: Irene Console – Beatrice Leone – Annalisa Pellicanò

Classe: 5^Als

Istituto: Liceo scientifico G. Cardano – Pavia

Docente: Alessandra Calvi

Titolo: DIRO’ DE L’ALTRE COSE CH’I’ V’HO SCORTE

 

 

TERZO CLASSIFICATO

Studenti: Sara Vlacci – Martina Paoli – Giordano Alberti

Classe: 4^F

Istituto: Liceo scientifico G. Oberdan – Trieste

Docente: Paolo Banova

Titolo: RATIO BIFRONTE

Motivazione: Il racconto si distingue per l’approfondimento della figura ambigua di Gerione, sullo sfondo ambientale dell’Inferno dantesco. La scrittura, esperta, troppo concede all’enfasi iperbolica, ma ha il merito di dare risalto, in particolare, alla complessa funzione di guida assolta nel poema dantesco dalla figura di Virgilio.

 

SECONDO CLASSIFICATO

Studente: Rita Nardi – Gabriele Picano – Alessandro Nuzzi – Emanuele Fino

Classe: 4^B

Istituto: Liceo classico Carducci – Cassino (FR)

Docente: Loredana Cardarelli

Titolo: “MA PER TRATTAR DEL BEN CH’I’ VI TROVAI”: STORIE DI CHI È TORNATO A CASA

Motivazione: Il racconto si segnala per l’originalità dell’impianto narrativo, che si fonda su quattro differenti situazioni, distinte tra loro per diversità di ambientazione geografica, collocazione cronologica e anagrafe dei personaggi. L’insieme, nonostante talune cadute di tono e di linguaggio, raggiunge l’effetto di proporre utili riflessioni che rendono attuale il tema dantesco dell’esilio.

 

PRIMO CLASSIFICATO

Studente: Giulia Parisi – Sofia Luparello – Caterina Sivori – Beatrice Tiberti – Amie Zamperin

Classe: 3^B

Istituto: Liceo classico Marconi Delpino – Chiavari (GE)

Docente: Laura Cafferata

Titolo: SEGUI LA TUA STELLA

Motivazione: Il racconto si segnala per la linearità dell’impianto e per l’essenzialità dello svolgimento narrativo. Più ancora si segnala per la sobrietà della scrittura, che è corretta e semplice, per lo più non convenzionale, non esornativa, non (come spesso accade) iperbolica, non ricalcata sugli stereotipi correnti. Questa asciuttezza di tono rende credibile e persuasiva l’odissea dell’approdo dall’Afghanistan all’Italia. A questo medesimo effetto collabora la voce femminile in prima persona, che parla di sé con disarmante eppure ammirevole assenza di esibizione.

 

 

SEZIONE TESINE BIENNIO

 

Menzione d’onore

Studenti: Rocco Spacca – Claudia D’Alessandro – Monica Ana Maria Dediu

Classe: 2^A

Istituto: Liceo scientifico Galileo Galilei – Pescara

Docente: Flavia Florindi

TITOLO: DE VERITATIS ITINERE

 

Menzione d’onore

Studenti: Sofia Cilio – Ylenia Lotti

Classe: 1^A

Istituto: Liceo Santa Maria degli Angeli – Firenze

Docente: Gilberto Baroni

TITOLO: VIAGGIO NELLA DIVINA COMMEDIA…

 

Menzione d’onore

Studenti: Alessandra Fabozzi – Marco Cavallo – Graziana Fumarola – Rebecca Muolo

Classe: 2^B

Istituto: Liceo psicopedagogico Moscati – Grottaglie (TA)

Docente: Laura Garcia

TITOLO: SOLITUDINE E PAURA

 

 

TERZO CLASSIFICATO

Studenti: Cristiano Nardelli – Serena Simone

Classe: 2^C

Istituto: Liceo scientifico – Cassino (FR)

Docente: Roberto Ceccarelli

TITOLO: DESIDERARE: INTERROGARE LE STELLE

Motivazione: “Perché l’uomo è da sempre stato attratto dalle stelle?”. Il tema delle stelle e della loro centralità nella Divina Commedia è ben sviluppato e integrato organicamente e in modo non avulso dal percorso di Dante. Preziosi i riferimenti ad opere di letteratura comparata e significativo lo studio etimologico di alcune parole chiave.

 

SECONDO CLASSIFICATO

Studenti: Iaele Pizzulin – Erman Jeretienko

Classi: 1^A LC – 1^D LL

Istituto: Convitto Nazionale Paolo Diacono – Cividale del Friuli (UD)

Docente: Paola Parpinel

TITOLO: SEGUI LA TUA STELLA

Motivazione: La tesina affronta uno dei luoghi comuni più radicati nel nostro tempo, alla luce dell’esperienza dantesca: la presunzione dell’uomo di costruirsi il proprio destino e la propria felicità. La personale opinione o il talento personale assurto a stella polare del cammino. Dante impara, proprio nella sua esperienza, a diffidare di questo presupposto e a legarsi alle vere guide, riconoscendo prima i falsi maestri. E il sacrificio dell’amor proprio è accettato per il guadagno di un orizzonte più grande.

 

PRIMO CLASSIFICATO

Studenti: Elena Contran – Giulia Mastrobuoni – Beatrice Scalfo  Francesco Bronzi  – Allegra Irene Grassi

Classe: 2^AC

Istituto: Liceo A. Einstein – Piove di Sacco (PD)

Docente: Cristina Vallebona

TITOLO: E IO IN LEI LE LUCI FISSI

Motivazione: Non si può smettere di desiderare, per paura di soffrire. La tesina parte da questo presupposto e si sviluppa indagando nell’opera dantesca quale tipo di desiderio porti alla vera felicità e quale porti invece alla morte e alla frustrazione del desiderio stesso; quali personaggi incarnirno una strada e quali l’altra. Significativi e ben espressi in particolare i confronti fra Cavalcante e Virgilio e tra Francesca e Beatrice.

 

 

SEZIONE TESINE TRIENNIO

Menzione d’onore

Studenti: Elena Di Chiara – Laura Paoli – Noel Ferrini – Giulia Bianchini

Classe: 5^B

Istituto: IIS Leonardo da Vinci – Civitanova Marche (MC)

Docente: Maria Luisa De Luca

TITOLO: SEI PERSONAGGI IN CERCA DI UN BENE

 

Menzione d’onore

Studenti: Daniela Pititu – Alessandra Carta

Classe: 3^E

Istituto: Liceo classico Galileo Galilei – Macomer (NU)

Docente: Mariantonietta Galizia

TITOLO: EL CIEL CHE SEGUE LO VOSTRO VALORE

 

Menzione d’onore

Studenti: Piera Barbato – Sabrina Boschi – Alice Pulselli

Classe: 5^BL

Istituto: Liceo San Giovanni Bosco – Colle Val d’Elsa (SI)

Docente: Cristina Morandi

TITOLO: TRA “BENE” E “MALE”… LA VARIABILE DELLA LIBERTÀ

 

Menzione d’onore

Studenti: Chiara Aielli – Caterina Agnellini – Letizia Scutti – Elena D’Amico – Sofia Cau

Classe: 4^B

Istituto: Liceo classico G. D’Annunzio – Pescara

Docente: Silvia Di Domenico

TITOLO: DAL BUIO ALLA LUCE

 

 

TERZO CLASSIFICATO

Studenti: Giulia Ferrucci – Edoardo Pasio – Giuseppe Tulumello  Diego Ninivaggi  – Dario Ferrando

Classe: 5^E

Istituto: Liceo Martin Luther King – Genova

Docente: Marina Guariniello

TITOLO: CAMMINARE. IL NOSTRO PERCORSO IN DANTE

Motivazione: L’immagine chiave della tesina, racchiusa già nel titolo, è quella del cammino di Dante, che diventa una possibilità per ciascuno di noi: eleva l’uomo, senza dimenticare le sue fragilità e i suoi peccati, in una tensione al bene inesausta, pacificata dalla certezza che questo Bene non fugge dinanzi al cammino, ma vuole farsi incontro all’uomo.

 

SECONDO CLASSIFICATO

Studenti: Andrea Cuccu – Giacomo Fadda – Michele Spissu

Classe: 5^A

Istituto: Liceo scientifico Galileo Galilei – Macomer (NU)

Docente: Mariantonietta Galizia

TITOLO: “NECESSITÀ ‘L CI’NDUCE, E NON DILETTO”: LA COSCIENZA DI UN ALTRO DESIDERIO

Motivazione: La cifra di questa tesina sta nella forte percezione di essere stati presi da Dante in un cammino di conoscenza di sé e del mondo e nella tensione che tale conoscenza porta verso un vero cambiamento. Cambiamento che riguarda tutto il modo di pensare e di vedere la vita, a partire dalle parole più importanti: desiderio, sofferenza, che sono riconosciute come strada per la scoperta del proprio vero nome e di chi lo ha pronunciato all’inizio del nostro essere.

 

PRIMO CLASSIFICATO 

Studenti: Giacomo Orlandi – Leonardo Antonelli

Classe: 4^AS

Istituto: Liceo scientifico Malpighi – Bologna

Docente: Maria Diodati

TITOLO: PER CHI STA IN SILENZIO

Motivazione: Il lavoro presenta una grande capacità di immedesimazione nell’esperienza di Dante, nel cogliere, attraverso una prosa poetica molto espressiva e padroneggiata, le figure di Beatrice e di Virgilio, ma soprattutto nel leggere acutamente la relazione che lega questi due personaggi a Dante, con una sensibilità ed un discernimento che fanno della bellezza della prosa lo strumento per un’esattezza e potenza conoscitiva sorprendenti.